SiAmo Ascoli

Insieme per una Ascoli migliore!

Archivi delle etichette: Borgo San Leonardo

Tentorio ai commercianti:«Dovete cancellare i murales»

 

wallcompleto_MGzoom

Non ci sono più dubbi sulla «battaglia dei murales» di via San Bernardino, largo Cinque vie e via Moroni. Il sindaco Franco Tentorio ha già preso carta e penna per dare una risposta definitiva ai residenti sul piede di guerra e pure all’associazione per il Borgo San Leonardo (composta da parecchi commercianti), che ha sempre difeso le opere realizzate sulle pareti esterne di palazzi storici. «Non c’era il permesso nè dell’Amministrazione nè della Sovraintendenza — si legge nella lettera del sindaco a una residente. Abbiamo già chiesto all’associazione di via di provvedere alla rimozione di tutti i murales, ricevendo precise rassicurazioni in merito».

Il caso era scoppiato a metà settembre 2013 durante il Bergamo Buskers Festival, primo evento degli artisti di strada a Bergamo (evento patrocinato dal Comune e inserito nel programma di BergamoEstate2013) in cui svariati writers avevano realizzato alcuni graffiti. «L’Associazione per il Borgo San Leonardo — si leggeva nel volantino di presentazione diffuso a settembre — in accordo con i proprietari di alcuni immobili e con il benestare della giunta comunale ha deciso di ripulire le scritte e graffiti di cattivo gusto che appaiono su muri e saracinesche. Verranno riprodotti murales con temi sobri e piacevoli allo sguardo, che abbelliranno in modo temporaneo le zone in attesa di ripulitura». Però i disegni, che riportavano scene di vita quotidiana sullo sfondo di un cielo azzurro molto acceso (persone stilizzate che fanno shopping, una nonnina con il bastone, animali a spasso per la città), non sono piaciute a tutti. Stesso discorso per i dipinti sulle saracinesche dei negozi (una, ad esempio, rappresenta il volto dolce di un bambino che sorride) o la scritta «Borgo San Leonardo» con caratteri medievali sulla parete frontale in largo Cinque Vie. Il giudizio estetico complessivo di alcuni residenti è stato fin da subito categorico: «È uno scempio autorizzato», avevano protestato, lanciando subito una vera e propria azione legale (coinvolti a suon di lettere ed esposti Comune, Soprintendenza, Ministero per i Beni culturali) nel tentativo di far cancellare tutto il prima possibile.

Se mesi dopo, nonostante qualche scaricabarile (l’associazione voleva salvarli, la Soprintendenza spingeva per toglierli, l’amministrazione restava in silenzio), è arrivata la presa di posizione del Comune di Bergamo. «Siamo al corrente che l’associazione per il Borgo San Leonardo dovrà farsi carico della rimozione di tutti i murales — spiega sconsolato il presidente dell’associazione di via Luciano Piro —. Stiamo ancora aspettando che il Comune ci contatti per concordare in che modo intervenire. Su eventuali multe o spese da sostenere non sappiamo ancora nulla ma confermiamo che non disponevamo di alcun permesso scritto per realizzare i murales. C’era solo un lasciapassare “a voce” del vicesindaco Gianfranco Ceci, un accordo che però sembra non conti nulla. Proveremo ancora a convincere l’amministrazione per tenere queste opere, ma sembra quasi inutile». Nei commercianti resta la delusione per quanto accaduto. «Non riusciamo a capire perché si consideri scempio quello che abbiamo creato artisticamente — continua Piro —, volevamo solo ravvivare il borgo. Per quale motivo nessuno in questi anni ha inviato esposti o mail di protesta per quei muri pieni di pasticci e scritte oscene? I nostri murales volevano dare un volto nuovo al borgo, un po’ di colore».

Soddisfatti a metà i residenti che hanno puntato il dito contro le opere degli writers. «Dal punto di vista pratico sembra ancora tutto fermo — raccontano —. Stiamo aspettando di sapere dall’amministrazione quando si passerà dalle parole ai fatti e partiranno questi lavori di cancellazione».

Fonte: http://bergamo.corriere.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: