SiAmo Ascoli

Insieme per una Ascoli migliore!

Archivi delle etichette: antidegrado scuole associazioni studenti

La scuola media di Brescia ora ha tutto un altro aspetto!

scuola mediaA Brescia una scuola media ha cambiato completamente aspetto, tanto che ora appare irriconoscibile. Sono spariti infatti i graffiti e le scritte vandaliche che ricoprivano tutto il perimetro delle mura.

Protagonista è stata l’Associazione “True Quality”, che ha visto la piena collaborazione dell’istituto scolastico, oltre al sostegno economico del Comune di Brescia per tutto ciò che concerne le spese di vernici, spray e pennelli.

Oltre a questo progetto, il Comune ha deciso di promuovere l’educazione al “writing” nelle scuole, per sensibilizzare gli studenti, sin da piccoli, al tema del decoro urbano e soprattutto del rispetto dell’ambiente in cui si vive. E non solo, infatti quest’iniziativa ha anche lo scopo di sostenere e incentivare la creatività dei giovani artisti, promuovendo la street art in luoghi adibiti a quest’arte e concessi dallo stesso Comune.OLYMPUS DIGITAL CAMERA

è bene aggiungere che la Polizia Locale ha giocato un ruolo fondamentale per la repressione degli atti vandalici che, negli ultimi mesi sono stati commessi da 40 persone, di cui la metà erano minori.

Operazioni del genere, come quella appena citata della riqualificazione di edifici con vere e proprie opere di street art, determinano anche una diminuzione di atti vandalici : l’arte di strada viene apprezzata e rispettata.

Il Comune di Brescia ha, inoltre, presentato una domanda per partecipare al bando regionale per la riqualificazione degli immobili pubblici e la salvaguardia di uno dei suoi quartieri e si dichiara così un Comune ATTIVO nei confronti della LOTTA AL DEGRADO.

scuola media 3

Annunci

Il “NO AI GRAFFITI” dall’Ateneo di Bologna in via Zamboni

bolo2 Non è ormai un caso che l’eco del “NO al degrado” si ripeta in una città quale Bologna, i cui abitanti ormai da tempo avanzano richieste per poter agire in prima persona per vedere più ospitale la propria città , senza dover aspettare le lunghe pratiche burocratiche. Proprio in questi giorni infatti, dopo una serie di richieste, il Comune ha dato in omaggio i kit anti-graffiti ai commercianti, perché possano autonomamente servirsene.

Oltre a loro anche l’Ateneo della città ha deciso di lasciare un’impronta, quella più visibile, ripulendo via Zamboni, la via più frequentata dagli studenti universitari, dai numerosi graffiti e volantini che la ricoprivano quasi del tutto.

Sono stati stanziati 70 mila euro per l’opera di pulizia che durerà da qui fino a gennaio, ogni qual volta che si ripresenteranno scritte simili.

Non è stato tolto, invece, il murales dedicato a Francesco Lorusso e quello vicino ad esso.bolo

Inoltre verranno istallate altre telecamere nella zona che, insieme a quelle già attive del Comune, aiuteranno a monitorare meglio la situazione. “Non è bello farci prendere per il naso – commenta il prorettore Roberto Nicolettinoi puliamo e c’è chi sporca di nuovo. Per questo useremo, nei limiti della legge, anche le telecamere.”

Un grande esempio quello dell’Alma Mater Studiorum che ha reso la zona universitaria “più bella” come ha detto anche il prorettore Nicoletti. Chissà che questo non spinga gli stessi studenti ad agire personalmente per mantenerla così com’è ora.

bolo4

Tutela della città di Ascoli, associazioni e studenti insieme per lo “spot antidegrado”

Mercoledì 28 Novembre si è svolta la conferenza stampa del Comitato antidegrado della città di Ascoli. Nell’incontro è stato presentato il progetto ‘Spot Antidegrado’ per la tutela della città di Ascoli Piceno.

Oggetto della conferenza stampa:

Tutela della città di Ascoli, associazioni e studenti insieme per lo “spot antidegrado”

Il mese passato è stata firmata la convenzione tra il Liceo Artistico Statale ‘O.Licini’ di Ascoli Piceno e il “Coordinamento Antidegrado per Ascoli” per il progetto che mette gli studenti al primo posto e li rende parte attiva della lotta al degrado urbano della città. Le opere realizzate dagli studenti dell’Istituto Superiore saranno gli strumenti per veicolare un unico messaggio: “Ascoli è un patrimonio da tutelare, basta col degrado”. La scorsa settimana il progetto è stato presentato a tutti gli studenti del Liceo Artistico.

ASCOLI PICENO – Associazioni e studenti insieme per tutelare la città di Ascoli.
“Spot Antidegrado” è il nome del percorso intrapreso dal Liceo Artistico ‘O.Licini’ di Ascoli Piceno insieme al “Coordinamento Antidegrado per Ascoli”. I due soggetti hanno sottoscritto una convenzione per promuovere e diffondere la pratica dell’antidegrado urbano tra i giovani della città. Il progetto prevede anche il coinvolgimento di altre scuole e istituti del Comune grazie alle opere realizzate dagli studenti del liceo artistico che saranno lo strumento principale per coinvolgere coetanei e concittadini nella salvaguardia del decoro urbano.
Le prime opere che saranno utilizzate per la campagna di sensibilizzazione sono state realizzate dagli studenti del “VS2 sezione immagine fotografica e filmica” coordinati dall’insegnante Maurizio Calenti e consistono in una serie di brevissimi filmati (del tipo spot televisivi). Successivamente si provvederà al recupero di un’area della scuola degradata con gli studenti del “III L2 sezione arti figurative”, coordinati dall’insegnante Maria Grazia Lakus.

Fanno parte del “Coordinamento Antidegrado per Ascoli” le associazioni culturali:
Amici della Bicicletta, Cai, Cittadinanzattiva, Fai, Italia Nostra, Legambiente e Provincia Nova.
Il progetto è sostenuto dal CSV – Centro Servizi per il Volontariato.
La presentazione del progetto alla città (Autorità, Scuole, organi d’informazione e alla cittadinanza tutta) è programmato per sabato prossimo, 1 dicembre 2012, alle ore 9,30, presso la sala Scatasta/Docens di Piazza Roma, in Ascoli Piceno.
Il programma della manifestazione, che si concluderà entro le ore 12, sarà di massima il seguente:
– presentazione del Progetto “Spot Antidegrado”
– visione degli spots
– ampio dibattito

Ascoli Piceno, 28 novembre 2012

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: