SiAmo Ascoli

Insieme per una Ascoli migliore!

Illuminazione pubblica a LED

image

E’ motivo di dibattito in questi giorni nella città di Ascoli l’illuminazione pubblica a led. In accordo con quanto previsto nel protocollo di Kyoto in tema di investimenti per migliorare l’efficienza energetica e interventi per il risparmio energetico, la tecnologia led offre chiari benefici per l’ambiente dovuti dalla riduzione delle emissioni di CO2, dall’abbattimento dell’inquinamento luminoso e dalla scomparsa di mercurio e altri materiali inquinanti presenti nei lampioni a vapori finora utilizzati per l’illuminazione pubblica. Quest’ultima garantisce risparmio economico annuo. Pur avendo un costo iniziale elevato, il risparmio è dato dalla riduzione delle spese di manutenzione ordinaria, dall’abbattimento dei consumi di energia elettrica e da una durata molto superiore alle classiche lampade utilizzate per l’illuminazione urbana; una lampada a led ha vita media che oscilla tra 15 e 20 anni con un utilizzo di circa 12 ore al giorno, contro i 10 – 14 mesi delle lampade al sodio ad alta pressione.

Ascoli presenta un delicato schema urbano e sia per la conformità della città che per il grande valore artistico e architettonico, i cui equilibri ecologici vanno necessariamente preservati, si possono riscontrare problematiche relative alla qualità e all’intensità della luce. Tutti gli interventi di riqualificazione quindi devono essere valutati e progettati, oltre che dal punto di vista dell’efficienza energetica ed economica, anche dal punto di vista della qualità del servizio offerto ai cittadini. Importante ricordare che il servizio pubblico di illuminazione deve assicurare la visibilità nelle ore notturne per migliorare la fruibilità degli spazi urbani e garantire sicurezza alle persone e ai veicoli per il traffico stradale, per evitare incidenti e dare una sensazione psicologica di sicurezza, intesa anche come deterrente alle aggressioni.

In Italia non esiste una legge nazionale che imponga ai Comuni o ad altri enti locali di illuminare le strade o le altre aree pubbliche di loro competenza, il riferimento è sulla quantità di luce che illumina la strada rispetto alla quantità totale di illuminazione rivolta verso il basso. Questo valore oggi è dell’ordine di 0,55 (0,70 per i LED). Stando all’ultimo rapporto “Outdoor Roadway and Area LED Lighting Market” di Strategies Unlimited, il mercato mondiale dell’illuminazione stradale e urbana a LED raggiungerà 2 miliardi di dollari entro il 2017. Nei prossimi 5 anni, le installazioni a LED nell’illuminazione stradale aumenterà del 400%.

Una cattiva pratica è rappresentata da interventi che hanno l’effetto di ridurre l’illuminazione oltre i livelli di norma e o di peggiorare le condizioni luminose già presenti. La regolazione avviene attraverso l’inserimento, a monte degli impianti, di apparecchi che regolano la tensione di alimentazione, consentendo di ridurre il flusso luminoso a gruppi di lampade secondo cicli programmabili. Probabilmente una soluzione è valutare più flusso luce e meno orario di accensione per rimanere nei parametri di progettazione costi/risparmio. Resta il fatto che numerose città italiane, una volta iniziata la sostituzione lampade e lampioni presentano lo stesso problema di bassa o inefficiente luminosità evidenziato da un luxmetro alla mano. Mettere sul banco degli imputati i led, però, sarebbe un errore. Le mancanze, piuttosto, riguardano la progettazione dell’illuminazione pubblica in fase di sostituzione delle lampade. Secondo esperti del settore, con il cambio delle armature in alcune zone si è modificata la direzione della luce, ma allo stesso tempo non è stata adeguata la distribuzione delle lampade. La soluzione sarebbe quella di valutare caso per caso, e aggiungere lampioni laddove ce ne sia bisogno, senza per questo dover abbandonare una tecnologia efficiente come i led. E magari intervenire laddove la luce è troppa e il rischio di inquinamento luminoso è concreto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: