SiAmo Ascoli

Insieme per una Ascoli migliore!

La città in mano ai writers. Bisogna intervenire subito ”Appello del Coordinamento Antidegrado”

IMG_0790
“Contro il degrado, riprendiamoci la città”. È l’appello che il Coordinamento Antidegrado per Ascoli, costituito dall’Associazione Amici della Bicicletta, Cai, Cittadinanzattiva, Fai, Italia Nostra, Legambiente, Provincia Nova e CV Piceno, per la circostanza rappresentato da Stefano Faina (Amici della Bicicletta), Nazzareno Galanti (coordinatore antidegrado) e Gaetano Rinaldi (Italia Nostra), rivolge agli amministratori, ai commercianti, alle associazioni di volontariato e ai cittadini. Un appello supportato da diapositive e filmati, che mostrano i luoghi più degradati della città perché si reagisca al torpore dell’indifferenza e della rassegnazione in modo che gli ascolani e i turisti, questi ultimi sempre più numerosi, possano tornare a vivere in una città accogliente e decorosa. Il 30 maggio, alle 10,15, il Coordinamento si recherà al liceo artistico Licini per consegnare alcuni attestati di benemerenza agli studenti che hanno realizzato gli spot antidegrado. Interlocutore della pubblica amministrazione, il Coordinamento Antidegrado ha evidenziato la mancata risposta dell’Arengo in merito ad una domanda volta a conoscere se il Comune o la ditta appaltatrice dei locali ex Gil avessero inviato un esposto ai carabinieri, in seguito ad atti di vandalismo compiuti da ignoti, all’interno dell’edificio. Si è parlato della mancata ristrutturazione dei servizi igienici in viale De Gasperi e di come alcune rue del centro storico siano diventate degli orinatoi a cielo aperto, della mancata riqualificazione dell’Annunziata e dei pericoli che alcuni luoghi presenta. Di come le vetrine o bacheche di Piazza del Popolo, Piazza Roma o Corso Mazzini siano divenute luoghi, dove affiggere, indiscriminatamente e abusivamente, locandine e pubblicità varie. Ascoli, che in questi ultimi anni, nella regione occupa una delle prime posizioni circa la presenza dei turisti, grazie anche alle numerose e interessanti iniziative di carattere culturale, sociale e d’intrattenimento, non può presentarsi al turista nello stato di degrado in cui si trova. Se Ascoli vuole essere veramente una città turistica e apparire come tale, è urgente ripristinarne l’agibilità, l’igiene e il decoro.
ro.ce.

dal Corriere Adriatico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: