SiAmo Ascoli

Insieme per una Ascoli migliore!

Archivi Mensili: gennaio 2015

Vandali all’assalto della ex Gil. La torre appena restaurata

20150129_wcenter_

ASCOLI – ​Ancora un atto vandalico perpetrato al patrimonio edilizio urbanistico: la torre in mattoncini rossi dell’ex Gil, dunque risalente al periodo fascista e precisamente innalzata nel 1936, appena ottimamente restaurata è stata presa di mira dagli imbrattatori con vistosi simbolismi colorati apparentemente simili a cifre numeriche e comunque non facilmente interpretabili (se un significato vogliono esprimere). Sulla parete est, un disegno viola; su quella ovest, in nero. Arrivare fino all’altezza, valutabile a circa un terzo della torre da terra, non è stato difficile dal momento che attorno a tutto il complesso ex Gil c’è un’impalcatura per i lavori di restauro che si stanno effettuando onde realizzare la sede definitiva degli uffici della polizia municipale. Nessuno si è accorto di niente, gli imbrattatori sono saliti indisturbati per compiere quello che può definirsi uno scempio; non si capisce proprio come si possano concepire deturpazioni e per di più su un’opera appena restaurata. Neppure una segnalazione è giunta in Comune se non quella di una signora che, accortasi del danno – perché di un vero e proprio danno si tratta dato il costo affrontato dalla civica amministrazione – e incontrando casualmente il sindaco Castelli, lo ha messo al corrente del fatto. Il primo cittadino ne è rimasto giustamente costernato e amaramente ha commentato: “Questo che mi riferisce è per me una pugnalata; penso a quanto è stato difficile trovare mattoncini di quel tipo e saperli ora imbrattati mi addolora”. In effetti, lo sforzo tecnico ed economico sostenuto dal Comune per restituire alla città un pezzo di storia (perché di storia si tratta, piaccia o no l’angolazione di pensiero sottesa al manufatto) non meritava certo di essere vanificato e per di più con tanta sollecitudine.

dal corriereadriatico.it

Annunci

Graffiti e sedili incendiati che fanno bloccare i Treni

Non si arresta l’attacco ai treni da parte dei vandali che causa ancora ritardi e corse soppresse, con una serie di disagi per i passeggeri.

Livorno. Un passeggero del treno Regionale che collega Campiglia a Firenze, domenica mattina avvisa il personale di image (2)bordo che un sedile sta bruciando. E’ immediata la reazione del capo treno che spegne l’incendio con un estintore. Il treno viene dichiarato inagibile dalla polizia.

Firenze. Stazione di Santa Maria Novella. Sempre domenica mattina il personale di Ferrovie dello Stato si accorge di un treno completamente imbrattato. Si tratta del regionale 21439 diretto a Livorno, che è stato successivamente soppresso insieme alla corsa di ritorno.

Infine il treno regionale 11521 da Bologna a Firenze è arrivato alla stazione di Santa Maria Novelli con un vetro rotto e da lì subito inviato in officina.

Ancora nessun nome è venuto fuori dei possibili sospettati, intanto la Polfer (polizia ferroviaria) indaga.

Ecco alcune foto.
Fonte: Associazione Antigraffiti e Quotidiano “Il terreno”
image (1) image

Sta cadendo parte dell ‘intonaco dell’Acquedotto Appio Latino Tuscolano

La notizia  è apparsa lo scorso 14 gennaio sul gruppo RetakeRoma Appio Latino Tuscolano, uno degli oltre 60 gruppi che sono nati recentemente su facebook per opera di alcuni cittadini-volontari della città di Roma.

acquedottoE’ un cittadino a scrivere pubblicamente del distacco consistente di una parte degli intonaci dalle arcate dell’Acquedotto romano, allegando una foto che ne conferma l’accaduto (vedi foto affianco).
In pochi minuti è stato inserito nella conversazione il Consigliere del VII Municipio Francesco Laddaga, archeologo e la notizia si è diffusa rapidamente tra gli organi competenti che hanno confermato l’inizio dei lavori di ristrutturazione.

Una cosa simile è avvenuta qualche giorno prima, quando una cittadina e militante di “RetakeRome” è intervenuta sul social network più noto per denunciare il manufatto di alcuni vandali presso l’Oratorio di San Giovanni in Leo. Immediatamente l’annuncio ha fatto il giro delle Istituzioni, sollecitando un primo intervento a cura della Sovrintendenza archeologica del Comune di Roma e successivamente un secondo da parte della Sovrintendenza archeologica nazionale.

Questi esempi ci fanno capire quanto sia fondamentale l‘intervento del singolo cittadino ad INFORMARE le autorità e che il dialogo fra comunità e autorità competenti non è così irrealizzabile come siamo abituati a pensare.

Non da ultimo è il potente ausilio dei social network che ci tengono costantemente informati di ciò che ci accade intorno e che, inevitabilmente, ci riguarda.

Portiere d’auto e cofani protagonisti in una galleria d’arte

Avete mai pensato che l’arte si possa fare anche utilizzando le portiere delle auto??
Certo, le novità in campo artistico non mancano mai, ma quando l’arte si unisce al riciclo di oggetti la cosa si fa più interessante.portiereBombolette spray al posto dei pennelli, cofani e portiere di auto come tele da dipingere: questi gli ingredienti della mostra che è stata inaugurata a Mestre il 19 dicembre e più in particolare nello studio d’arte G&B di Corte Legrenzi, diretto dal maestro Germano Locatelli.

L’esposizione ha raggiunto un gran successo, ampia è stata la presenza di giovani e giovanissimi. Le opere esposte sono una trentina e le “tele” sui cui sono state realizzate, ovvero cofani e portiere d’auto riciclate, sono stati offerte dalla autodemolizione Vopato di Marghera.

Fra gli artisti più noti: Fernando Carlo, più conosciuto come Cope 2, che è uno dei padri fondatori della street art negli Stati Uniti e poi  Andrea Alzetta, in arte Sqon, e Stefania Zuanella, in arte Zua.

Il riciclaggio, tema attualissimo e di grande importanza non riguarda solo l’arte, pensiamo alla Car-D-board :auto realizzata per la maggiorparte con cartone e plastica reciclata.
Chissà cosa penserà il suo ideatore Thierry Dumaine della mostra di Venezia: probabilmente accorderà il nuovo utilizzo che si è fatto delle portiere, che a lui non servono di certo..02_Car-D-Board

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: