SiAmo Ascoli

Insieme per una Ascoli migliore!

Archivi Mensili: dicembre 2013

Anche a Natale i graffiti sono in primo piano!

Anche a Natale i graffiti sono in primo piano!

Stavolta ci troviamo a Martina Franca( foto qui accanto) , un comune della provincia di Taranto, dove, in occasione del Natale, è stata organizzata una manifestazione dal nome “Gesù nasce a Martina Franca”: una giornata dedicata allo shopping e al volontariato.17620-1-

 

Per il secondo anno consecutivo il CAV (Coordinamento Associazioni di Volontariato) con il sostegno del Centro Servizi di Volontariato di Taranto ha dato vita a una serie di eventi nella giornata del 22 dicembre, tra i quali il “X-MAS writer live contest”: una performance di una decina di writers che dipingono dal vivo le loro creazioni, non sui muri delle città, come siamo abituati a sentire, bensì su oggetti riciclati quali automobili o sportelli vecchi di frigoriferi.

 

gesu-nasce-a-martina-franca

 

Tra i partecipanti non solo i writers, ma anche ragazzi e famiglie (suddivisi nelle categorie: Dilettanti, Professionisti e Writer) i quali hanno dovuto realizzare dipinti ed elaborati grafici che rappresentassero la nascita di Gesù ambientata nella Martina Franca del settecento e dell’ottocento: un modo diverso di vivere il Natale, ben lontano dalle moderne vie di comunicazione e dalle comodità cui siamo abituati oggi.

Tali creazioni saranno esposte dal 6 gennaio prossimo nel signorile Palazzo Lella, in via Cavour e nel Palazzo dell’Università in piazza Plebiscito, entrambi situati al centro del paese protagonista di questa manifestazione.

Tra le altre iniziative: una mostra di presepi  dalle ambientazioni più insolite realizzati da importanti artisti, la consegna dei doni da parte di Babbo Natale ai ragazzi diversamente abili di Aida e Amar Down e il mercato delle idee-regalo “Ma nuf acta”.

 

Un Natale all’insegna delle buone azioni quello di Martina Franca, con un tuffo nel passato e non da ultimo il tentativo di valorizzare l’arte graffitaria “impiegandola” in favore della Festa in cui tutto ciò che è fatto per solidarietà e amore per il prossimo è legale.

19129319-buon-natale-graffiti-sul-muro-di-cemento

Buon Natale e buone feste!

 

FONTI: Rassegna stampa “Antigraffiti” del 22/12/2013; http://it.123rf.com/photo_19129319_buon-natale-graffiti-sul-muro-di-cemento.html; martinanews.it

 

Annunci

I graffitari hanno colpito ancora al Refugio «Non si può trattare così il patrimonio comune»

Image

SIENA – «E’ accaduto di nuovo. Non lascio correre: faccio denuncia ai carabinieri di piazza San Francesco». Nette le parole del presidente della Fondazione Conservatori riuniti Marcello Rustici. Nonostante la facciata della splendida chiesa posta in un’ansa di via Roma sia stata recuperata di recente, qualcuno si è divertito a scriverci sopra (foto sotto), senza pensare che si tratta di un bene comune. Proprio ora che la città è in crisi e ogni risorsa va spesa con oculatezza, atti vandalici come questo meritano di essere stigmatizzati. «E puniti perchè – prosegue Rustici – se il colpevole sarà individuato, grazie anche all’aiuto dell’impianto di videosorveglianza, dovrà ripagare il danno causato. Questa, almeno, sarebbe la cosa giusta». Il primo sfregio risale al febbraio 2011.

Articolo apparso su La Nazione il 14 dicembre 2013

La tv che spiega la Street Art

Siamo abituati a identificare i writers come degli imbrattatori, eppure tra le loro opere non ci sono solo scritte incomprensibili che inzaccherano monumenti ed edifici pubblici. A volerlo dimostrare c’è un programma: quello di “Street Art” in onda su Sky Art, canale 130 di Sky, che fa un viaggio tra le principali città italiane (Milano, Roma e Napoli) alla scoperta di opere di Street Artist sconosciute,  spesso ignorate, ma che quando ci fermiamo a guardare ci stupiscono.

Aldo Grasso, giornalista del “Corriere della Sera”, dopo aver visto alcune puntate di questo programma, afferma di come possa essere utile a vincere i pregiudizi sui graffitari.

Lo stesso giornalista cita la puntata  girata a Milano a cura di Laura Tettamanzi al lungo, grigio e cupo muro nelle vicinanze dello stadio di San Siro, rinnovato dai graffiti di più di 200 street artist provenienti da tutto il mondo. L’opera, realizzata due anni fa, è stata definita come la più grande jam di graffiti writing mai organizzata in Italia.

Ecco qui alcune foto:

Image

Stadio SP 18

Le stesse telecamere di Sky Art hanno ripreso all’opera Ron English, il re della street art internazionale, chiamato a dipingere uno dei tanti muri della zona per il progetto il M.U.Ro, un museo di urban art a cielo aperto.

Questo programma ci aiuterà a vedere con occhi diversi i luoghi e le persone che fanno vivere la Street Art. Il pubblico televisivo sembra gradire l’idea e Roberto Pisoni, creatore di Sky Art descrive così il suo lavoro «Con la street art  abbiamo fatto un esperimento produttivo molto particolare: sette episodi in cui abbiamo tentato di mappare la situazione in Italia però coinvolgendo più case di produzione, per avere sguardi diversi sulla stessa realtà» Il successo dunque non è mancato e inoltre grazie a questo programma ci sarà la possibilità di esportare la cultura made in Italy nel mondo, attraverso la tivù.

1401587_441805892598202_914292468_o

Il carcere si colora di libertà con i murales.

Schermata-2013-12-14-alle-18.24.21

Il carcere Marino apre le porte ai murales, con le opere vincitrici del concorso “Coloriamo il carcere”, indetto dalla Provincia in collaborazione con la direzione e il comando del Marino. Le opere  sono state realizzate da  alcune studentesse  del Liceo Artistico, i writers Simone Galiè (di Ascoli),  Giorgio Lambiase e Manuele Masessi (di Milano) e da altri detenuti.

dal Resto del Carlino – Ascoli.

La protesta delle sedie a rotelle

Far riflettere gli automobilisti: questo l’intento dell’associazione Salvador che qualche settimana fa ha indotto  a Lisbona una protesta in cui di decine di sedie a rotelle hanno occupato una sessantina di posti auto, allo stesso modo in cui troppo spesso automobilisti occupano ___ posti riservati ai disabili. L’iniziativa è stata perciò denominata “Prendi il tuo posto”. Mendes de Almeida, promotore della protesta, ha dichiarato “L’occupazione dei parcheggi dei disabili da parte della auto private causa impropriamente un disagio enorme per le persone a mobilità ridotta, che sono costrette a cercare un altro spazio impiegando tantissimo tempo in più del previsto. Anche soltanto dieci minuti di occupazione abusiva di un parcheggio può sconvolgerci la giornata”

sedia-rotelle02

Proprio ieri, il  3 dicembre , si è celebrata la Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità istituita dall’ONU 21 anni fa con l’obiettivo di sostenere la piena inclusione delle persone diversamente abili in ogni ambito della vita ed eliminare ogni forma di discriminazione e violenza.

“Tutti diversi…tutti protagonisti” è stato lo slogan adottato in Italia in favore di questa giornata e di tutte le  iniziative che l’hanno caratterizzata. L’Unione Italiana lotta alla distrofia muscolare(UILDM) e Cittadinanzattiva con la campagna nazionale “Assente Ingiustificato” hanno dapprima monitorato un campione di scuole in tutta Italia e poi realizzato, grazie anche alla raccolta fondi avviata a marzo, una serie di interventi concreti di abbattimento delle barriere o di donazione di ausili per studenti con disabilità. L’ultimo proprio ieri, in occasione della Giornata a favore dei diritti dei disabili, quando l’associazione ha donato un tavolo adattabile alle esigenze di uno studente in carrozzina all’istituto comprensivo Manara di Milano

Alle ore 10.00 sempre di ieri si è tenuta una visita guidata “tattile” all’interno del Museo Storico del Castello di Miramare, con partenza dall’atrio del Castello, alla quale hanno partecipato sia non vedenti sia normodotati muniti di propria benda, alla scoperta di statue, oggetti e arredi esplorabili “toccando” alcune opere d’arte. L’evento è stato sostenuto dal ministero dei beni delle attività culturali e del turismo.

Le città di Genova, Ferrara, Bari, Modena, Milano, Palermo, Roma, Salerno e Terni hanno invece ospitato la mostra “Nulla su di Noi senza di Noi! Le persone con disabilità e le loro famiglie: una partecipazione da protagonisti. Appunti per immagini”:  un percorso espositivo che ripropone la storia, le azioni, la voglia di partecipazione delle persone con disabilità e delle loro famiglie, con immagini simbolo e commenti significativi che testimoniano diversi passaggi epocali. A Genova la mostra, organizzata da Fish (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) con il patrocinio del Comune di Genova e con il sostegno di Fiat Autonomy, sarà aperta al pubblico sino a mercoledì 11 dicembre.

È inoltre disponibile un video sulla mostra  al link https://app.box.com/s/wkoudw9nuevob4c3iuov

La giornata del 3 dicembre così come la protesta delle sedie a rotelle di Lisbona non fanno che ricordare quanto quello dei disabili sia un tema e di quanto tutti siamo responsabili e in dovere di rispettare i diritti

 

(fonti: redattoresociale.it – eticamente news – Leo news)

Uno spot in classe sulla lotta al degrado..

1404637_10201357750760909_733381885_o

Giovedì verrà presentata la seconda edizione dello “spot antidegrado” realizzato dal comitato antidegrado che vede partecipi altre 7 associazioni in collaborazione con il Liceo Artistico Licini. Gli studenti  realizzeranno uno  spot televisivo per sensibilizzare i tanti giovani sull’enorme patrimonio artistico della città, troppo spesso deturpata dagli imbrattatori. Inoltre gli studenti svolgeranno anche un’opera di divulgazione e prevenzione  presso le  scuole elementari e medie per rimarcare l’importanza delle loro azioni volte a tutelare e a valorizzare la nostra storia.

dal Corriere Adriatico.

corriereadriatic

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: