SiAmo Ascoli

Insieme per una Ascoli migliore!

Dieci anni di fallimenti per l’Unesco

Le associazioni culturali della città esprimono tutta la loro rabbia per il mancato ottenimento, a dieci anni di distanza dalla loro richiesta per la candidatura di Ascoli a patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco.

Ieri mattina, alcuni rappresentanti del coordinamento antidegrado, hanno sollevato l’annosa questione, in relazione ad una serie di vicende che in questo ultimo decennio hanno accompagnato il “fallimentare tentativo di inserire la città nella lista dei beni riconosciuti dall’Unesco”.

“Sono stati ripetuti ma inutili gli sforzi per ottenere l’auspicato riconoscimento da parte dell’Unesco ed ora iniziamo a pensare che non ci sia una reale volontà da parte dell’Amministrazione comunale, forse perché questo riconoscimento comporterebbe limiti all’abusivismo edilizio imperante ha esordito Alberto Franco di Cittadinanzattiva lamentando anche la scarsa propensione da parte del Comune nei loro confronti per collaborare in questa direzione.

Per essere meritevoli di attenzione dall’Unesco di Parigi bisogna redigere un piano di gestione che comporterebbe modifiche importanti all’immagine della città e soprattutto del suo centro storico ha aggiunto Gaetano Rinaldi presidente della sezione di Italia Nostra, ricordando tutte le tappe fallimentari percorse in questi anni, dai lavori iniziati nel 2006 dalla commissione tecnico-scientifica alla realizzazione del volume sul travertino presentato due anni fa.

La domanda deve essere mirata e deve rispettare requisiti che evidentemente Ascoli continua a non possedere ha evidenziato Nazzareno Galanti del comitato Provincia Nova, elencando gravi episodi che caratterizzano il cuore cittadino: dalle chiese sbarrate ai turisti al furto continuo di pietre antiche dalle mura di Porta Romana. Nell’occasione è stata ricordata la figura di Mariolina Massignani che fu tra le prime a battersi proprio per il riconoscimento dell’Unesco.

Vogliamo ricordare la figura di Mariolina Massignani dell’Archeoclub, colei che iniziò a lottare dieci anni fa, e lo faremo attraverso un incontro con cui vogliamo continuare a sollevare la gravità di questa incompiuta ha detto Edo Orazi di Cittadinanzattiva, dando appuntamento agli ascolani da Rinascita per domani alle 18.

Dobbiamo proseguire questa battaglia, essere tutti uniti per un bene comune ha concluso Rinaldi, parlando anche a nome delle altre associazioni coinvolte: il Fai, Legambiente, la Fondazione Fabiani e gli Amici della Bicicletta.

fonte:corriereadriatico.it

4 risposte a “Dieci anni di fallimenti per l’Unesco

  1. Pingback:Magari fosse ignoranza… | √ Dario Partenope

  2. orarossa 18/10/2011 alle 6:58 am

    Per vostra informazione:
    Ascoli com'è: via Nicolò IV, la nuova pavimentazione è quasi pronta! (sept. 2011)

  3. Orarossa 21/10/2011 alle 9:27 pm

    For Your Information:

    Ascoli com'è: via Nicolò IV, la nuova pavimentazione è quasi pronta! (sept. 2011)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: