SiAmo Ascoli

Insieme per una Ascoli migliore!

Bici a noleggio in cinque punti

Sarà attivato da domani il servizio di bike sharing (biciclette elettriche assistite).

Sono cinque le stazioni di bike sharing collocate nei punti strategici della città individuati dopo un’attenta analisi da parte dei tecnici dell’Arengo. Le prime due stazioni verranno collocate in corrispondenza dei parcheggi dell’ex Gil e di quello di Porta Torricella. La stazione in prossimità dell’ex Gil servirà la zona nord della città nella immediata vicinanza dell’uscita dal parcheggio pubblico multipiano, mentre la stazione di Porta Torricella è finalizzata al servizio del parcheggio a struttura e i quello dell’ex seminario.

La terza stazione di bike sharing verrà collocata a piazza Roma, che si trova in posizione strategica rispetto alle due maggiori aree pedonali urbane (piazza Arringo e piazza del Popolo) ed ai più importanti edifici pubblici tra i quali il Comune, la Provincia, la Prefettura e il Tribunale. Dalla piazza è, inoltre, facilmente raggiungibile viale de Gasperi, dove è stata realizzata la nuova pista ciclabile. La quarta stazione verrà dislocata a porta Romana, nelle vicinanze dell’antica Porta, dove tra l’altro sono collocati un numero consistente di stalli per la lunga sosta.

La quinta e ultima stazione di bike sharing sarà collocata alla stazione ferroviaria, in considerazione del fatto che questa area è destinata a diventare il più importante nodo di scambio del trasporto pubblico della città.

In questa zona è prevista la realizzazione di una postazione sormontata da una pensilina sulla cui copertura saranno posizionati pannelli fotovoltaici.

Le cinque postazioni conterranno 30 posti per le biciclette (dieci per piazza Roma e cinque per le restanti quattro). Le biciclette elettriche saranno 17.

L’autonomia di percorrenza delle bike sharing varia dai 25 chilometri ai 30 chilometri e dipende dalla conformazione del tratto stradale. In pratica, per tratti di strada in salita, l’autonomia delle batterie, che sono del tipo a litio, scende in maniera drastica, riducendo anche la percorrenza.

Il progetto prevede una spesa di circa 380.000 euro, con l’80% finanziata dal ministero per l’Ambiente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: