SiAmo Ascoli

Insieme per una Ascoli migliore!

I vandali in azione alla Fortezza Pia

Non c’è pace per i monumenti di Ascoli, innocue vittime delle mani degli imbrattatori.

A farne le spese, il muro che fiancheggia il breve tratto di strada che da Porta Summa conduce alla Fortezza Pia. I conci di travertino sono stati feriti da tre frasi, una a fianco all’altra, vergate con la bomboletta spray.

Un atto vandalico in piena regola in un angolo di città che faticosamente si cerca di strappare al’incuria. Le mura esterne del bastione, inoltre, presentano disegni e scritte di vario tipo e vari colori. Colpisce, ancora, per la grandezza e l’intensità del colore, la frase che si trova alla sommità delle antiche mura piceno-romane che difendevano il lato ovest della città.

Chi si avventura a percorrere il sentiero, ripulito da erbacce e rami secchi, che parte dal bastione di Porta Romana e termina davanti alla Porta Summa, e dopo aver faticato per godersi la bellissima cinta muraria quasi del tutto intatta, alza gli occhi ed ha la brutta sorpresa. Purtroppo non è la sola a ferire le mura. Durante il tragitto, in uno dei tratti più nascosti, poco prima di giungere alla Porta Corvara, di cui si nota ancora la merlatura, un’altra scritta in nero, colpisce come pugno in occhio ed intristisce chi ha a cuore le bellezze di Ascoli. Giunti poi all’incrocio con la strada che dall’Annunziata porta alla Fortezza, altri sfregi sono ben visibili dall’altra parte delle mura.

In generale, non c’è angolo del centro storico risparmiato dalle bombolette. L’impegno di istituzioni e associazioni non manca, ma forse occorre più incisività negli interventi.

p.s
fonte:corriereadriatico.it

Una risposta a “I vandali in azione alla Fortezza Pia

  1. stefano 20/04/2011 alle 7:10 am

    A bergamo un ragazzo che viene preso a scrivere sui sedili di un bus viene preso da tutti i presenti e portato in questura, e state pur certi che quando si troverà di nuovo a riscrivere qualcosa ci penserà due volte..va fatta la stessa cosa qua ad ascoli ma purtroppo sono quasi sicuro che vedendo una persona imbrattare un nostro monumento, il 90% delle persone si girerebbe e continuerebbe per la sua strada..ci vuole un cambiamento radicale di cultura e soprattutto una azione più repressiva da parte del comune…Ascoli, come ha detto ieri il telegiornale, è tra le Venti città più affascinanti da visitare in EUROPA( la prima in Italia è venezia) e se riuscissimo a modificare questa nostra tendenza al menefreghismo nei confronti dei nostri monumenti, sono certo che salirebbe di molte posizioni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: