SiAmo Ascoli

Insieme per una Ascoli migliore!

“Chiudiamo il chiostro di notte”

San Francesco, alcune associazioni considerano l’idea l’unica percorribile per fermare gli imbrattatori

La chiusura, nelle ore notturne, del chiostro maggiore di San Francesco, idea che è nell’animo dell’Arengo, ha incontrato il sostegno di alcune associazioni quali Archeoclub, Cittadinanzattiva, Fondazione Fabiani, Italia Nostra, Legambiente e Provincia Nova. Nell’incontro che ha avuto con il Sovrintendente Salvati, l’assessore Travanti ha chiesto l’autorizzazione a proteggere il chiostro, almeno nelle ore notturne, dagli imbrattatori, da chi lo usa come orinatoio.

Il progetto, che doveva essere inserito nella relazione tecnica da inviare alla Soprintendenza per il recupero dell’intero complesso architettonico, consiste nel sistemare dei cancelli in ferro sia all’ingresso di via del Trivio, sia all’entrata che dà su via d’Ancaria.

“Il chiostro maggiore di San Francesco – si legge nella nota delle sei associazioni – è uno degli angoli più caratteristici della città. Purtroppo, in questi ultimi anni, in particolare nelle ore notturne, è frequentato sempre più spesso anche da imbrattatori. Questo fatto ha causato i problemi che conosciamo, di cui si sono dovuti recentemente occupare anche Amministrazione comunale, giornali e forze dell’ordine. L’unica telecamera presente nella zona non sembra aver dato finora i frutti sperati, forse perché disturbata da un faretto che gli è stato posizionato vicino. Sta di fatto che è la stessa configurazione architettonica dei luoghi a costituire un ulteriore problema, che forse non potrebbe essere risolto neppure da un maggior numero di telecamere.

“Riteniamo allora – conclude la nota – che potrebbe essere alla fine accettata anche l’idea di chiudere, nelle ore notturne, l’intera area del chiostro con due cancellate, una sul lato di via del Trivio, l’altra nel sottopasso di via D’Ancaria. E’ chiaro che dovrebbero però essere di ottimo disegno e fattura ed approvate dalla Soprintendenza. E’ da dire che, in ogni caso, sarà sempre auspicabile la migliore vigilanza possibile, perché un “uso improprio” del chiostro a volte è stato riscontrato anche nelle ore del giorno e da persone dalle quali sarebbe da attendersi una maggiore attenzione ed educazione”.

Infine, sono cominciati proprio ieri i lavori di recupero dell’ex pescheria, l’unica parte del chiostro maggiore di San Francesco che non era stata interessata dai lavori di riqualificazione di qualche anno fa. La ditta aggiudicataria, Castelletti di Ascoli, dovrebbe completare l’opera nel giro di settanta giorni.

pierfrancesco simoni,
fonte:corriereadriatico.it
Annunci

Una risposta a ““Chiudiamo il chiostro di notte”

  1. Massimo Scendoni 21/04/2011 alle 1:37 pm

    direi che è una proposta del tutto condivisibile poichè volta a salvaguardare uno dei luoghi di maggior pregio della ns città, ma allo stesso tempo occorre sollecitare i competenti organi a dotare la zona di strumenti elettronici di controllo e videosorveglianza che siano realmente efficienti!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: